Il muro della pace: il significato.

Le mattonelle che realizzo provengono da un mondo sotterraneo. Un mondo lontano dalle sportive visioni di una realta’ giornaliera. Un mondo che lentamente si riappropria del tempo. 

Chi le guarda sorride. Io sostengo da sempre che sono nate per gioia. 

Chiunque le adotti, le guardi, le doni, porta con se’ un desiderio di cambiamento. Cambiando in meglio noi stessi, anche solo per impegno e volonta’, ci facciamo un regalo e ricominciamo una sintonia con l’ambiente che ci circonda. Ci riappacifichiamo con l’universo. Ed e’ per questo motivo che desidero vengan rotte o cedute entro un anno. Quando desidero cambiare un aspetto di me, una situazione che blocca l’energia dell’amore, rompo una mattonella. Ricomincio. Mi amo e ti amo un mattoncino in piu’.

Altri mi dicono..”mi dispiace romperle”.

Io rispondo che loro sono felici cosi’, quando non ci leghiamo alla materia e alla permanenza. Nella ricerca della serenita’ noi dovremmo raggiungere la leggerezza..

Da questa idea nasce il presagio:

 ogni mattonella ricostruira’ un muro della pace. Ognuna rappresentera’ un “piece of peace” (un pezzo di pace) e mattonella su mattonella ci ricostruiremo per liberarci.

Ognuno di voi, 

Leggendo queste mie parole, avra’ gia toccato l’anima dei miei colori.

Chiedero’ al nuovo sindaco di costruire ogni anno nel paese in cui sono nata -Gioia del Colle- un muro di mattonelle della pace che non ha paura di crollare. Un muro che parta da qui per arrivare in ogni nazione del mondo.

Lo romperemo ogni anno, iniziando da un grande concerto.

Inviteremo le associazioni umanitarie, le suore di madre teresa, i monaci buddisti, le associazioni e fondazioni di categoria, gli artisti di tutto il mondo…

Non sono una sognatrice e basta. Molte donne e uomini che ho abbracciato, somigliano a noi bambini. 

Dalle piccole idee possono nascere grandi opere. 

Vanity Fat Design